Warning: is_readable(): open_basedir restriction in effect. File(/includes/fbwpml.php) is not within the allowed path(s): (/web/htdocs/www.marcoequitani.com/home/:/tmp:/dev/shm) in /web/htdocs/www.marcoequitani.com/home/wp-content/plugins/facebook-for-woocommerce/includes/Integrations/Integrations.php on line 61

Warning: is_readable(): open_basedir restriction in effect. File(/includes/Integrations/Bookings.php) is not within the allowed path(s): (/web/htdocs/www.marcoequitani.com/home/:/tmp:/dev/shm) in /web/htdocs/www.marcoequitani.com/home/wp-content/plugins/facebook-for-woocommerce/includes/Integrations/Integrations.php on line 61
Nikkor 14-24mm f/2.8: finalmente i filtri! – Marco Equitani Nature and Weather Photography

Nikkor 14-24mm f/2.8: finalmente i filtri!

Eddy9000 / Senza categoria / / 0 Comments / Like this

Per chi possiede un Nikkor 14-24mm f/2.8 G ED N Nikon, utilizzare filtri è stato sempre un problema: la lente sferica frontale e il paraluce incorporato non permettono di usare filtri a vite ne filtri ad attacco P con vetrino, proprio per l’assenza di una filettatura su cui sessare i filtri o il portafiltri.

Finlamene, sono arrivate in commercio diverse soluzioni, dedicate a questo tipo di lenti, come alcune ottice Samyang, Sigma, Tokina, Canon e ovviamente il Nikkor 14-24mm f/2.8, ma preparatevi all’esborso di non poche centinaia di euro purtroppo.


Fino ad ora ho trovato solo tre produttori che offrono queste soluzioni (in ordine di presso decrescente): Lee Filters, Lucroit e Cokin…vediamo nel dettaglio.

leeLa Lee Filters produce il sistema SW150, e a detta di tutti sembra essere uno dei migliori prodotti con i migliori filtri sul mercato: generalmente viene venduto in kit con l’anello adattatore, il tappo frontale, il portafiltri e un filtro sfumato ND0.6: sa precisa che questo kit viene prodotto esclusivamente per Nikkor 14-24mm f/2.8, e non sono disponibili filtri Polarizzatori e il famoso Big Stopper.
Questo sistema utilizza filtri a lastrina 150×170 e/o 150×150, e generalmente si usa con filtri sfumati neutri, colorati, densità neutra e polarizzatori, avendo la possibilitù di inserirli due in parallelo e di ruotarli adattandoli cosi allo scatto: generalmente filtri sfumati sono 170×150, mentre gli ND e i Pola sono 150×150.
Questo è sicuramente un kit di grande valore e qualità eccezionale, i fotografi che lo hanno testato ne parlano tutti benissimo, soprattutto per la qualità dei filtri che sembra sorprendente, con ottima riproduzione del colore anche per gli ND più spinti e assenza di vignettatura…dopo tutto i filtri Lee sono tra i migliori che ci sono al mondo.
Il problema dei filtri Lee e di questo kit è il prezzo: pagare molto un filtro nella fotografia professionale non è una novità, in quanto in ottica, ad un’ottima lente corrisponde un grande prezzo, l’unica cosa che stona di questo sistema è il costo di anello adattatore e portafiltri, che costa circa 300€: io ero interessato all’acquisto del kit SW150 come elencato sopra, e costa circa 400€, se poi aggiungiamo due filtri ND0.9 (che sommati danno una riduzione di crica 6 stop) dobbiamo aggiungere altre 170€ per filtro, e in totale stiamo 740€, e se consideriamo che con questa cifra ci portiamo a casa solo tre filtri, ammetto che mi sembra decisamente alta.

lucroit

Un altro interessante articolo è il Lucroit, difficile da reperire in Italia, ma acquistabile già da ora tramite carta sul sito del produttore, e poichè viene spedito dalla Spagna e siamo quindi in UE, non dobbiamo preoccuparci di vari oneri doganali e lunghi tempi di spedizione.
Anche questo kit è decisamente buono, fotografi professionisti ne parlamo molto bene, e non ha nulla da invidiare al Lee, sia per qualità costruttiva sia che per come è costruito, e nel complesso è quindi un prodotto professioanle: a differenza del Lee esistono versioni differenti che si adattano a diverse lenti Nikon, Samyang, Tokina e Canon.
Utilizza filtri a lastrina 150×150 Hitech che sono degli ottimi filtri anche se a detta di molti espirti sono un pelino sotto ai Lee, infatti gli ND Hitech danno un tono decisamente freddo alle foto, cosa non preoccupante che si corregge con un’accurata PP o direttamente da fotocamera dopo aver studiato il modo in cui fa variare leggermente i colroi.
Esistono dei kit già pronti per i Lucroit, e di positivo rispetto ai Lee in questo caso abbiamo che possiamo scegliere i vari componenti del kit, oppure acquistare le singole parti, ovvamente ci costerà un pelino in più, ma questo era scontato.
Un’altra cosa positiva dei filtri Lucroit è che sono decisamente meno costosi del Lee: il kit di promozione che comprende anello adattatore, portafiltri, filtro a scelta (io ho scelto un graduato soft da 0.9 da 3 stop) più un ulteriore filtro ND1.8 da 6 stop, e il tutto viene circa 415€ Iva esclusa, qindi sebbene prendaimo un filtro in meno del Lee (perchè i filtri Hitech sono più spinti) spendiamo circa 300€ in meno, il che è un netto risparmio, e anche se volessimo comprare un altro filtro, dobbiamo aggiungere circa altri 120€; non sono pero tutte rose e fiori perchè purtroppo in Italia non ci sono ancora store che vendono questo prodotto, quindi si può acquistare solo online e al buio, mentre i Lee hanno 4 punti vendita in Italia, di cui due a Roma e altri due al nord, quindi per molti è più facile spostarsi per andare al negozio e provarlo, visto che si tratta di un esborso considerevole.

cokin

I ultimo, e non per ordine di importanza, troviamo il Coking X-Pro con il relativo adattatore X499 che permette l’utilizzo di filtri 170×130, degradanti sfumati, colorati, ND e polarizzatori.
Tuttavia ancora non ci sono test interessanti sul prodotto, anche se da quel poco che si vede sembra che le ridotte dimensioni del filtro sono la causa di un pelino di vignettatura, anche se decisamente trascurabile e risolvibile con un invisibile crop in postproduzione.
Il costo è decisamente inferiore, stiamo a circa 200€ solo di anello adattatore e portafiltri, al quale però dobbiamo aggiungere almeno 2-3 filtri per arrivare al livello di “completezza” degli altri due, quindi è leggittimo presumere di aggiungere altri 200-250€ al tutto, che in ogni caso sono una cifra ancora più bassa rispetto ai precedenti kit…ma sfortunatamente al momento non ho trovato uno store in Italia dove reperire o provare il prodotto.

Sicuramente acquisterò presto uno di questi sistemi perchè la fotografia paesaggistica è un elemento che ho trascurato in questi anni, ma che nella nostra zona, tra boschi, piccole cascate, indimenticabili tramonti sul Lago di Bolsena e molto altro, offre sicuramente delle grandi soddisfazione, ma se non si vuole ricorrere a lunghi processi di postproduzione “non invisibili” ad un occhio espero o a penosi scatti HDR, l’acquisto di uno o più filtri “da paesaggio” è una spesa necessaria, e per usare il fantastico Nikkor 14-24mm f/2.8 esistono solo questi sistemi…ma in ogni caso, appena farò l’acquisto farò subito la mia recensione.

 

Copyright protection © Marco Equitani